Alga Klamath: tutto quello che c’è da sapere

L’Alga Klamath viene periodicamente raccolta nell’omonimo lago dell’Oregon (USA), in quanto ricca di vitamine, proteine, sali minerali, carboidrati, lipidi ed enzimi. Quest’ultima è il cibo selvatico più ricco e nutriente tra tutti quelli conosciuti. Scopriamo quindi, tutto quello che c’è da sapere.

Alga Klamath: proprietà e benefici

Questa preziosa fonte vegetale contiene lo spettro completo dei minerali e oligoelementi necessari all’organismo, in una forma sinergica e perfettamente assimilabile. Contiene gli amminoacidi essenziali , che assicurano una fonte equilibrata di arginina, utile per la definizione del tono del tessuto muscolare. Inoltre, queste eccezionali alghe sono ricche di beta-carotene, clorofilla e acidi grassi come l’omega 3 e l’omega 6, che combattono l’invecchiamento della pelle. Per questi motivi, assumendone costantemente la giusta quantità, l’Alga Klamath comporta diversi benefici per il nostro organismo:

  • Antiossidante: grazie alla presenza degli acidi grassi come l’omega 3 e l’omega 6, questa fonte vegetale combatte l’azione dei radicali liberi. Quest’ultimi infatti, sono la causa principale dell’invecchiamento della pelle.  
  • Effetto tonico-stimolante: L’arginina è un amminoacido essenziale per la crescita e il recupero muscolare.
  • Antinfiammatoria: questa preziosa fonte vegetale agisce direttamente sul sistema immunitario diminuendo le infiammazioni e le infezioni virali e supportando il corretto funzionamento del cuore.
  • Vitaminica: l’Alga Klamath contiene al suo interno 12 vitamine differenti e un’elevata concentrazione di vitamina B12. Quest’ultima, fa parte delle cosiddette vitamine essenziali, cioè che il nostro corpo non è in grado di produrre. Allo stesso tempo però, è necessaria al metabolismo del tessuto nervoso, delle proteine, dei grassi e dei carboidrati.

Una risposta alle malattie neurodegenerative

Diversi studi dimostrano gli effetti positivi dell’Alga Klamath sulle malattie neurodegenerative ( come Alzheimer, sclerosi multipla, Parkinson e così via). Secondo questi studi, all’età di 25 anni, il corpo comincia a deteriorarsi e gli ormoni della crescita cominciano a decadere. Per rigenerare questi tessuti quindi, si mettono in azione le cellule staminali, dotate della capacità di trasformarsi in diversi altri tipi di cellule e rigenerare così, i tessuti danneggiati. Purtroppo però, con il passare del tempo e dell’età si esauriscono. L’Alga Klamath aiuta la regressione degli effetti nocivi provocati dalla bassa produzione delle cellule staminali ed è in grado di liberare quelle presenti nel midollo osseo.

È importante quindi, integrare significativamente l’apporto nutrizionale di micro e macronutrienti. Vitamine, proteine, amminoacidi, sono alla base di uno stile di vita sano ed equilibrato. In caso di carenze di ferro, di malattie neurodegenerative, stanchezza fisica o mentale, l’Alga Klamath è una soluzione significativa. Inoltre, è possibile trovarla in diversi integratori alimentari: ad esempio, StemO2 fornisce i nutrienti adeguati nelle quantità giuste, per acquisire a pieno tutti i benefici di questa fonte vegetale.

 

 

 

Tags: , , , , , , , , , , , ,