Anti-age e ossigenazione cellulare

L’invecchiamento cutaneo è un processo fisiologico normale che colpisce tutti gli esseri umani.

Le modifiche fisiche dovute all’avanzare del tempo sono visibili ad occhio nudo. Tuttavia, nonostante sia un processo del tutto naturale, questo processo può essere rallentato e trattato facilmente.

I trattamenti anti-aging possono contrastare l’invecchiamento cutaneo, soprattutto se associati ad una sana e corretta alimentazione, ad uno stile di vita più salutare e ad una adeguata idratazione. Inoltre, ci sono nuovi metodi, assolutamente naturali, capaci di contrastare e migliorare l’invecchiamento cutaneo.

Cos’è l’invecchiamento cutaneo?

Come abbiamo già detto il fenomeno dell’invecchiamento è un fenomeno del tutto naturale e ineluttabile; tuttavia, è un processo che può essere trattato e migliorato.

Ma in cosa consiste, in pratica, l’invecchiamento cutaneo? L’invecchiamento cutaneo è la conseguenza fisiologica di un’alterazione del metabolismo cellulare e da una ridotta eliminazione di tossine e cataboliti cellulari, che di conseguenza si accumulano nelle cellule e nei tessuti. La conseguenza di questi processi è l’aumento dello stress ossidativo.

Per quanto riguarda la ridotta eliminazione dei prodotti di scarto, si ha un altro fattore di rischio veramente importante, che è il rallentamento sia della circolazione sanguigna che di quella linfatica.

L’invecchiamento cutaneo si divide in due categorie principali:

  • Invecchiamento cutaneo intrinseco, che è dovuto esclusivamente a fattori di origine genetica. Questo tipo di invecchiamento ha già origine a partire dai 25 anni ed è dovuto ad una serie di modifiche a livello strutturale che provocano l’assottigliamento e il cedimento strutturale dell’epidermide. Allo stesso tempo, con l’avanzare dell’età, le ghiandole sebacee pian piano cessano la loro attività, non producendo più sebo e causando un indebolimento della pelle che diventa più sensibile ed ha meno protezione nei confronti degli agenti esterni. La pelle, quindi, inizia ad essere meno compatta, inizia a cedere e sono ben visibili i segni del tempo sotto forma di rughe.
  • Invecchiamento cutaneo estrinseco, che è dovuto prevalentemente da fattori esterni. Questi fattori esterni sono principalmente di origine ambientale come l’inquinamento, lo smog, il contatto prolungato con agenti inquinanti e le esposizioni ai raggi UV. Ma possono essere associati anche a cattive abitudini come il consumo eccessivo di alcolici o il fumo di sigarette.

 

Quali sono gli effetti dell’invecchiamento cutaneo?

A livello interno, gli effetti dell’invecchiamento cutaneo, sono una forte ipossia, cioè il ridotto utilizzo di ossigeno con la conseguenza di un ridotto livello di energia all’interno delle cellule, squilibrio sia idrico che elettrolitico, deficit del sistema immunitario e disfunzioni a livello del metabolismo cellulare.

Come utilizzare l’ossigenazione cellulare per contrastare i segni del tempo

L’ossigenazione cellullare è sicuramente uno dei rimedi più efficaci per contrastare i segni del tempo.

L’ossigeno, introdotto tramite ingestione e assorbimento a livello delle mucose, è utile per riattivare il metabolismo cellulare, per stimolare la produzione di energia all’interno delle cellule riattivando anche il sistema antiossidante ed energetico anche a livello mitocondriale, per riattivare la circolazione sanguigna e linfatica e per facilitare l’eliminazione delle tossine e dei prodotti di scarto.

Inoltre, l’ossigenazione contrasta l’ipossia, causa principale dell’invecchiamento di tutte le cellule dell’organismo e che provoca danni sia a livello dei tessuti sia a tutti gli organi del corpo umano.

L’obiettivo quindi dell’ossigenazione cellulare consiste nel ripristinare la corretta funzione di tessuti e organi, ritardando in tal modo l’invecchiamento cutaneo e dando risultati visibili anche a livello estetico.

 

Tags: , , , , , ,

Contattaci