Il Business del passaparola

Quale è quella singola attività imprenditoriale che pochi ancora conoscono, che nessuno sfrutta a dovere per monetizzare ed è ciò che viene applicato ogni singolo giorno?

Non lo diresti mai, ma è il passaparola.

Ti chiederai come sia possibile che una tale attività possa essere definita “imprenditoriale” e come puoi anche tu monetizzare grazie alla condivisione di informazioni in tuo possesso.

Prima di tutto cerchiamo di fare luce sull’aspetto legato al mondo del Business: devi sapere che il passaparola, ad oggi, è un mercato che vale oltre 1 miliardo di dollari in tutto il mondo. È praticamente ovunque e lo applichi senza neanche accorgerti.

Ti faccio un esempio: immagina di acquistare un prodotto online oppure ad un negozio vicino casa. Sei soddisfatto della qualità, il prodotto è eccellente e decidi di consigliarlo ai tuoi amici che magari hanno i tuoi stessi bisogni. I tuoi amici acquistano lo stesso prodotto, il negoziante ha ottenuto un maggior profitto senza dover andare alla ricerca di clienti, semplicemente perché hai fatto tu il lavoro di ricerca clienti al suo posto. Ecco, questo è il passaparola che però non è stato monetizzato.

Two men meeting and talking in supermarket

Immagina ora di aver ottenuto una commissione su ogni prodotto che hai consigliato ad un amico e che poi ha acquistato. Probabilmente avresti avuto un entrata monetaria extra interessante.

 

Il passaparola applicato dalle persone più influenti al mondo

Nulla di quanto scritto in precedenza è pura follia o è inventato. Devi sapere che il passaparola è applicato costantemente, giorno dopo giorno, dalle persone più influenti al mondo e che ha permesso loro di generare una fortuna in termini economici.

Robert Kyosaki, nel suo famoso libro bestseller mondiale “Padre Ricco Padre Povero” spiega esattamente come il passaparola può permettere a qualsiasi individuo di generare denaro senza troppi investimenti.

Ora, però, queste parole non devono essere fraintese. Il fatto che non ci sia bisogno di uno sforzo economico non prescinde dal fatto che non ci sia uno sforzo fisico e mentale. Guadagnare con il passaparola è per tutti, ma come ogni altro business richiede impegno, tenacia e fede in ciò che si sta facendo.

I risultati non arrivano subito, anche perché se così fosse probabilmente c’è qualcosa che non va nell’attività di business (fatti illeciti, schemi piramidali ecc.).

Una delle persone italiane più influenti al giorno d’oggi è Chiara Ferragni. Quasi sicuramente avrai visto una sua foto sul suo Social Network preferito, Instagram, oppure in qualche comparsa televisiva. Lei viene definita “Influencer” ovvero una persona che influenza le scelte dei consumatori sulla base di quale brand porta addosso in quel momento.

La verità è che, sì è corretto dire che svolge la professione di Influencer, ma molto banalmente quello che fa è passaparola online. Quando lei indossa un vestito di Gucci sta implicitamente consigliando di acquistare quel vestito perché ha dei bellissimi dettagli, ottimo materiale ed è alla moda. Gucci sta pagando in quel momento Chiara Ferragni affinché questa possa divulgare il brand.

Anche Donald Trump consiglia il passaparola come attività di business, anche semplicemente per generare un’entrata extra. Non deve essere per forza il tuo unico lavoro, anche perché, sulla base di quello che dice Kyosaki e qualsiasi altro imprenditore esistente, il tuo focus per la libertà finanziaria è sulla diversificazione delle entrate.

 

Il riscatto sociale: la meta desiderata raggiunta solo dall’1% delle persone

Il 99% delle persone vive la vita che non vuol vivere e svolge una mansione lavorativa che non vorrebbe svolgere. È davvero questa la vita? L’essere umano è davvero costretto a vivere in modo triste?

La verità è che spesso vengono ignorate le opportunità che si presentano di fronte. Il 99% delle persone pensa che sia tutta una truffa ed è radicata al comune pensiero che bisogna lavorare 8 / 10 ore al giorno e avere una vita sociale solo il fine settimana.

Non è assolutamente così e non deve essere così. È il diritto di tutti poter generare denaro in abbondanza con sistemi leciti e consegnando valore per la società. Il passaparola è una di quelle opportunità come lo è stato per Alfio Bardolla, noto formatore di finanza personale e promotore del Network Marketing. Questo è un business molto sostenibile e si lavora principalmente (se non quasi esclusivamente) con il passaparola. L’obiettivo è appunto parlare di una determinata azienda, dei suoi prodotti e consigliarli ad amici, conoscenti o qualunque altra persona sia interessata ad uno specifico genere di prodotti. Possono essere prodotti legati al benessere fisico, mentale o semplicemente utili alla vita di tutti i giorni.

Il network marketing consiste proprio nel diventare un consulente per le persone con cui vieni a contatto e consigliare loro il prodotto che può soddisfare determinate esigenze e risolvere problemi. Solo che, a differenza dell’esempio fatto in precedenza, tu vieni pagato per consigliare prodotti e, aumentando la tua rete di clienti potrai addirittura arrivare a generare delle entrate passive ricorrenti, mese dopo mese. È bene sapere che, come ogni altro business, e lo ripeterò all’infinito, ci vuole costanza e impegno e che non esiste la bacchetta magica.