Il metabolismo dell’alcool

In questo articolo affronteremo alcuni dei punti cruciali dell’assorbimento e dell’eliminazione dell’alcol dal nostro organismo, spiegando anche la correlazione tra l’ossigeno e l’eliminazione più rapida dell’etanolo.

Gli effetti dell’etanolo sul nostro corpo sono molteplici e dipendono dalla sua concentrazione nel sangue nel tempo,  oltre che a dipendere da quanto alcol abbiamo ingerito, dipende anche dalla velocità di assorbimento, dal metabolismo e dalla eliminazione. Gli effetti dipenderanno anche dal tipo di bevanda alcolica che si consuma, dalla presenza e la quantità di cibo nello stomaco, costituzione corporea, sesso, presenza di malattie croniche, etc.

L’assorbimento dell’alcol (etanolo)

Dopo che è stato ingerito, la maggior parte dell’alcol viene assorbita dall’intestino tenue. Successivamente viene trasportato al fegato dove viene metabolizzato.

Inizialmente una piccolissima quantità viene assorbita dalla lingua e dallo stomaco, per dopo essere assorbito completamente dall’intestino tenue.

Il cibo nello stomaco non riuscirà ad inibire l’assorbimento dell’alcol, ma verrà assorbito più lentamente e questo di conseguenza riduce i suoi effetti negativi inclusi tutti i sintomi spesso poco piacevoli e a volte anche pericolosi.

Una volta che l’alcol è entrato nel flusso sanguigno viene trasportato non solo nel fegato, ma ovviamente a tutti gli organi del corpo. Quindi entra in tutti quanti i tessuti, tranne in quello adiposo e osseo.

I suoi effetti, specialmente se consumato a stomaco pieno si sentono in pochissimo tempo, che di solito varia tra 15 e 40 minuti.

L’eliminazione dell’alcol

L’eliminazione dell’alcol è lo step più importante per contrastare i suoi numerosi effetti negativi.

Una piccola parte dell’alcol assunto verrà eliminata attraverso l’urina e il sudore. Però pochi sanno che l’alcol, sepur in modestissima parte, viene eliminato anche attraverso la respirazione. Questo per un semplice motivo, cioè, quando si trova nel flusso sanguigno e arriva negli alveoli polmonari, entra in contatto con l’aria e viene eliminato.

Però l’organo principale responsabile dell’eliminazione dell’alcol è il fegato. Le sue cellule producono degli enzimi capaci di scomporlo in un prodotto innocuo per l’organismo e questo avviene in due fasi principali:

  1. L’ossidazione dell’etanolo in acetaldeide.
  2. L’ossidazione dell’acetaldeide in acido acetico.

L’acetaldeide è una sostanza tossica per il nostro organismo, responsabile per il malessere e per la maggior parte dei sintomi che accompagnano il consumo dell’alcol. Questa sostanza contribuisce al danno ai tessuti e anche alla formazione dei radicali liberi portando allo stress ossidativo. Quindi è molto importante che l’acetaldeide venga ossidata più velocemente possibile in acido acetico per prevenire tutti gli effetti negativi. Quindi si capisce che se il consumo dell’alcol è veloce ed in grandi quantità, gli enimi non riusciranno ad ossidare acetaldeide cosi velocemente da proteggere i tessuti dal danno potenzialmente grave. Comunque parliamo soltanto del consumo di alcol etilico, visto che per esempio il metanolo non può essere convertito in composti innocui per il nostro organismo.

 

Acido acetico è invece un composto completamente innocuo per il nostro organismo.

Visto che il fegato elimina l’alcol attraverso una serie di reazioni di ossidazione, aumentando i livelli di ossigeno nel sangue aumentiamo anche il metabolismo dell’alcool. Uno studio recente fatto sulle scimmie ha dimostrato che con la somministrazione di bevande ossigenate il tasso di eliminazione dell’etanolo è aumentato in media del 60%. 

Lo ha confermato un altro studio Coreano condotto su tre gruppi di adulti sani che hanno consumato delle bevande alcoliche più o meno ossigenate. I tempi di eliminazione dell’alcol dal organismo sono stati più brevi nel gruppo che ha consumato bevande alcoliche con più elevato contenuto di ossigeno.

Quindi più alti sono i livelli di ossigeno nel sangue,  meno effetti negativi dell’alcol ci saranno grazie all’eliminazione veloce da parte del fegato.

SynergyO2 Sport, aumentando i livelli di ossigeno, aiuta a metabolizzare l’alcol più velocemente ed a ridurre gli effetti negativi