Legame tra stress ossidativo e psoriasi

La psoriasi è una malattia auto-immune che causa chiazze psoriasiche molto desquamate di color rosso o bianco. Queste chiazze si formano per di più sui gomiti, ginocchia, cuoio capelluto e la schiena, ma possono formarsi in qualsiasi parte del corpo. La malattia può esordire a qualsiasi età, ma il più delle volte i primi sintomi compaiono negli adultri di età inferiore ai 30 anni.

La psoriasi non è assolutamente una malattia contagiosa. La gravità della malattia dipende da molti fattori e varia moltissimo da persona a persona. In alcuni casi si presenta come una semplice irritazione della pelle che non causa particolari problemi come dolore o prurito, ma in alcuni casi potrebbe manifestarsi con dei sintomi molto importanti che a volte possono influire moltissimo sulla qualità della vita. Un’altra particolarità di questa patologia è nella sua “periodicità” visto che ci sono periodi in cui non si hanno sintomi o sono molto lievi, seguiti da periodi in cui i sintomi diventano gravi.

Ogni 3 o 4 setttimane cambiamo completamente lo strato superficiale della pelle. Le cellule dell’epidermide maturano, spostandosi dallo strato basale verso la superficie. Durante questo processo perdono il loro nucleo, si staccano e vengono eliminate. Nella psoriasi questo ciclo non dura un mese ma molto meno, cioè soltanto dai 3 ai 7 giorni con conseguente accumulo di cellule della pelle e la comparsa di chiazze psoriasiche, caratteristiche della malattia.

Alla base della psoriasi c’è la predisposizione genetica. I ricercatori hanno confermato che non basta solo la predisposizione genetica per far insorgere la malattia, ma che l’insorgenza sia influenzata da numerosi fattori come quelli ambientali, lo stress, i farmaci, infezioni, etc. I sintomi della psoriasi dunque iniziano o peggiorano a causa di uno o più fattori scatenanti.

Lo stress ossidativo e la psoriasi

La pelle è un potenziale bersaglio di lesioni ossidative, visto che è continuamente esposta alle radiazioni UV, l’inquinamento, l’ozono e ad altri stress ambientali che generano specie reattive dell’ossigeno.

Lo stress ossidativo è uno squilibrio tra le molecole ossidanti e antiossidanti a favore di quelle ossidanti. Lo stress ossidativo può portare ad un infiammazione cronica che causa la comparsa di molte condizioni dermatologiche. (Leggi di più nel nostro articolo “Radicali liberi – nemici invisibili della nostra pelle”).

I radicali liberi, se non in eccesso, sono necessari per le funzioni fondamentali dell’organismo, ma diventano dannosi nel caso di un malfunzionamento del nostro sistema di difesa antiossidante. Il malfunzionamento del sistema antiossidante insieme ad una maggiore produzione di specie reattive dell’ossigeno (ROS) è coinvolto nella patogenesi di diverse malattie, inclusa la psoriasi.

Vari studi hanno fornito delle prove che collegano un peggioramento dello stato ossidante e antiossidante in base alla progressione delle lesioni psoriasiche, che potrebbe essere il punto fondamentale nella patogenesi della psoriasi. Quindi per combattere i sintomi della psoriasi potrebbero essere utilli tutti gli strumenti alla nostra disposizione per eliminare i radicali liberi in eccesso. Alcuni di questi sono i nostri prodotti, come il SynergyO2, un prodotto approvato da Ministero della Salute, che sarà il vostro alleato nella cura della pelle, proteggendola dagli effetti dannosi dei radicali liberi.  

Contattaci

    Dichiaro di aver preso visione alla informativa sulla Privacy e acconsento al Trattamento dei Dati - Leggi INFORMATIVA PRIVACY