Ossigeno: l’elemento chiave tra corpo acido e alcalino

Uno degli argomenti che negli ultimi anni è diventato sempre più importante è come ottenere un equilibrio nel nostro corpo tra pH acido (H+) e pH alcalino (OH-): l’ossigeno è sicuramente un elemento chiave per ottenere questo bilanciamento.

pH acido e pH alcalino

Il pH è l’unità di misura utilizzata per determinare l’acidità e l’alcalinità di una sostanza.

Il concetto di corpo acido e corpo alcalino nell’organismo umano è riferito al sangue che, fisiologicamente, ha un pH compreso tra 7.35 e 7.45, quindi è lievemente alcalino.

In questa sede non vedremo formule, ma è importante spiegare l’acidità del pH a livello chimico: l’anidride carbonica espulsa dalle cellule reagisce con l’acqua presente nel nostro organismo e diventa acido carbonico. Quest’ultimo si divide in uno ione bicarbonato e in uno ione idrogeno (H+).

Sono proprio gli ioni idrogeno (H+) che, quando si accumulano, determinano l’acidità del pH del sangue.

Per un approfondimento su formule e concetti: https://www.treccani.it/enciclopedia/regolazione-dell-equilibrio-acido-base_%28Enciclopedia-del-Novecento%29/

Quando il pH diventa acido, vengono compromesse le funzioni metaboliche dell’organismo.

Fisiologicamente, l’acidità è dovuta a un accumulo di tossine nell’organismo, per questo motivo vengono consigliate le diete alcalinizzanti che tendono a riportare l’organismo in una situazione di equilibrio del pH.

Il nostro organismo è comunque dotato di alcuni sistemi di difesa naturali chiamati sistemi tampone che si attivano proprio in situazione di acidità del pH.

In pratica, l’acidificazione del pH è causata da stati di stress e ansia, da un’alimentazione a base di alimenti acidi e dalle sostanze chimiche (come l’anidride carbonica) che si accumulano nell’organismo.

 

I sistemi tampone

I sistemi tampone sono meccanismi fisiologici che il nostro corpo mette in atto per contrastare l’acidità del pH e alcalinizzarlo poiché le conseguenze del pH acido possono essere molto dannose.

Tra i sistemi tampone ci sono le reazioni chimiche dei bicarbonati che contrastano l’acidità riportando l’equilibrio.

Come altro sistema tampone, le cellule prelevano minerali alcalinizzanti quali magnesio, potassio e calcio dalle ossa, che di conseguenza si indeboliscono.

La mancanza di questi minerali può portare anche ad altre conseguenze; ad esempio, la mancanza di calcio può portare a insonnia e sensibilità ai denti, mentre la mancanza di potassio può portare a crampi muscolari.

Anche i reni costituiscono un sistema tampone seppure molto lento, infatti tramite le urine il nostro organismo espelle ioni idrogeno (H+).

Ma il sistema tampone più efficace e veloce è l’ossigenazione dei tessuti e delle cellule.

L’ossigeno: un alleato prezioso per l’equilibrio del pH

Nel 1923, lo scienziato tedesco Otto Heinrich Warburg, premio Nobel per la medicina nel 1931, scoprì che la causa principale del cancro è l’acidificazione delle cellule e la mancanza di ossigeno.

Infatti, le cellule tumorali vivono in un’ambiente acido e senza ossigeno, mentre le cellule sane sono ossigenate e vivono in un ambiente alcalino.

Per approfondire l’argomento è possibile leggere a questo link uno studio di come l’ambiente acido influenza ogni fase del cancro.

L’ossigeno, nonostante sia sottovalutato, in realtà costituisce il sistema tampone più veloce ed è molto importante nel processo di equilibrio del pH e nel contrastarne l’acidificazione.

Infatti, l’ossigeno viene trasportato dal sangue ed è capace di alcalinizzare tutto l’organismo poiché semplicemente circolando continuamente in tutto il corpo.

Dunque, il sangue ossigenato sostituisce quello ricco di anidride carbonica in tutte le cellule e i tessuti del nostro corpo.

Tags: , , , , , ,

Contattaci