1, 2, 3… appuntamento!

Ciao promoter! Come vanno le chiamate?

Spero bene, naturalmente. Ti auguro di riuscire fin da subito a trovare la chiave per incuriosire le persone che contatti, in modo da convertire i contatti in clienti e, in futuro, in collaboratori. Non è semplice riuscirci, come sai non voglio spaventarti ma solo renderti consapevole di ciò a cui andrai incontro.

Il momento cruciale però sarà un altro. Se è vero che nella chiamata catturi l’attenzione, è altrettanto vero che solo di persona saprai trasmettere quanto devi. Al telefono certamente il contatto può farsi un’impressione, può cominciare a pensarci. Hai piantato un seme, ma per farlo germogliare non basta aspettare, bisogna dedicargli altro tempo, acqua e passione. Concretamente bisogna quindi fissare un appuntamento, dare un rimando concreto al discorso appena iniziato.

In presenza, magari bevendo insieme un caffè o sorseggiando una bevanda, diventa possibile guardarsi negli occhi, cogliere quali aspetti fanno breccia nel cuore del contatto. Le chiavi del “saper vendere” risiedono in questa sensibilità, la capacità di cogliere le esigenze dell’interlocutore e trasformare dubbi e perplessità in punti di forza. Bisogna imparare a mettersi nei panni dell’altro soggetto, comprendere la sua situazione e individuare gli elementi chiave che potrebbero portarlo a decidere di intraprendere questa avventura. Nel tempo si impara a riconoscere un potenziale cliente da un contatto freddo, che non è disposto ad acquistare né tantomeno a diventare collaboratore. Diventa quasi un fiuto e, come in tutti i sensi, allenarlo insegna ad utilizzarlo meglio. Molto meglio, in alcuni casi.

Ancora una volta si capisce cosa ti renderà un Professionista con la “P” maiuscola, un vero ed inarrestabile promoter capace di entrare in empatia con i propri contatti e di toccare le giuste corde. Vendere è un’arte, così come dipingere o fare lo scultore, ma è necessario essere profondamente consapevoli. Consapevoli anche del prodotto che si sta proponendo. Un aspetto non ancora approfondito risiede infatti nella tua fiducia nel prodotto, nell’azienda, nel sistema di network marketing o, se vogliamo chiamarlo in maniera differente, della sharing economy. Puoi vendere un prodotto di cui non sei convinto? Te lo dico subito: NO.

Provaci, se vuoi, ma non ci riuscirai. Ecco perché è fondamentale collaborare con e per realtà stabili, convincenti e strutturate. Non puoi essere un Professionista se collabori con un’azienda di dilettanti. SynergyO2 garantisce proprio questo: un’organizzazione professionale e seria, che ti guida e ti aiuta a diventare ciò che hai sempre sognato. I prodotti sono testati ed affidabili, hanno benefici riconosciuti e garantiti e l’azienda ha un’esperienza pluriennale alle spalle che la rende credibile ed autorevole nel settore dell’ossigenazione cellulare.

Tornando alla fase dell’appuntamento, sappi che nasceranno dei dubbi, delle perplessità. Qualcuno le condividerà con te direttamente al telefono, altri lo faranno di persona ed altri ancora non ti diranno mai cosa gli passa per la testa, che siano preconcetti o qualsiasi altra cosa. D’altronde è qui che ti giochi, è il momento in cui la tua fiducia e consapevolezza fanno la differenza. Ma di questo parleremo nel prossimo articolo.

Continua a seguire (e condividi con amici, parenti e conoscenti) i nostri articoli se vuoi diventare un promoter di successo e raggiungere gli obiettivi che hai sempre sognato!

Ciao promoter, alla prossima!